La pizza Napoletana è Arte, è patrimonio dell’Unesco

Dall’Unesco riunita in Corea del Sud arriva ora la notizia:

Per il popolo Napoletano è giunta una vittoria. L’arte del pizzaiuolo napoletano è patrimonio culturale dell’Umanità Unesco. Annunciato dal Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina su Twitter.

«Vittoria! Identità enogastronomica italiana sempre più tutelata nel mondo»

Si associa il  tweet del ministro per i Beni Culturali, Dario Franceschini: «L’arte dei pizzaiuoli napoletani è Patrimonio Immateriale dell’Umanità!.

Un riconoscimento per Napoli e l’Italia intera mentre sta per iniziare il 2018 #annodelciboitaliano #PizzaUnesco».

Per l’Unesco, si legge nella decisione finale, “il know-how culinario legato alla produzione della pizza, che comprende gesti, canzoni, espressioni visuali, gergo locale, capacità di maneggiare l’impasto della pizza, esibirsi e condividere è un indiscutibile patrimonio culturale. I pizzaiuoli e i loro ospiti si impegnano in un rito sociale, il cui bancone e il forno fungono da “palcoscenico” durante il processo di produzione della pizza. Ciò si verifica in un’atmosfera conviviale che comporta scambi costanti con gli ospiti. Partendo dai quartieri poveri di Napoli, la tradizione culinaria si è profondamente radicata nella vita quotidiana della comunità. Per molti giovani praticanti, diventare Pizzaiuolo rappresenta anche un modo per evitare la marginalità sociale“.

Pizza Napoletana

About Davide Esposito

Check Also

La Pizza è Pizza: il 10 gennaio a Verona un evento unico per raccontare L’Antica Pizzeria da Michele e assaggiare la ricetta che ha conquistato il mondo

Venerdì, nella sede veronese della nota pizzeria napoletana, un’esclusiva serata per presentare il libro-intervista di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *